2014 – TORRE FORNELLO INSIEME A BOTTURA A NEW YORK

24 ottobre 2014 – Nonnapaperina.it.

Torre Fornello insieme a Bottura a New York

1266790_592535014142867_181991291_o

Torre Fornello si conferma ambasciatore del Made in Italy nel mondo. I vini della tenuta di Ziano Piacentino sono stati scelti da Massimo Bottura, 3 stelle Michelin dell’Osteria Francescana di Modena, per accompagnare la sua cucina negli eventi che lo hanno visto protagonista a New York in occasione della presentazione al pubblico e alla stampa del suo nuovo .

Servite due interessanti etichette dell’azienda Torre Fornello: “Donna Luigia” malvasia Colli Piacentini Doc, 2013 e “Diacono Gerardo 1028” Gutturnio Riserva Colli Piacentini Doc, 2006, già apprezzati dal pubblico americano. In esse si trovano tutti i profumi della terra emiliana esaltati dal tocco innovativo che contraddistingue le creazioni di Enrico Sgorbati, titolare della tenuta.

«È un grande piacere – dichiara Sgorbati – essere stati scelti da Massimo Bottura per rappresentare l’Italia e l’eccellenza dei suoi prodotti in un’occasione così importante. I nostri vini nascono da un lavoro meticoloso e attento volto all’equilibrio tra tradizione e innovazione. Siamo orgogliosi e rispettosi dei sapori che la nostra terra regala alle uve che trasformiamo in un dalle note assolutamente uniche e inconfondibili. Questa è risultata una scelta vincente per i mercati stranieri ora sempre più alla ricerca di prodotti di nicchia dalle forti suggestioni che raccontano storie e territori. In questo gli americani si contraddistinguono. Lo abbiamo riscontrato con il progetto che ci ha visto protagonisti in California insieme a Isa Mazzocchi, chef stellato di Piacenza, oggi presente nei menù degli Hilton con due piatti ispirati alla tradizione della cucina emiliana sempre accompagnati da due nostre referenze».

Crediti: Tiziana Colombo. L’articolo originale qui: http://www.nonnapaperina.it/2014/10/torre-fornello-insieme-bottura-new-york/

TORRE FORNELLO E LO CHEF MASSIMO BOTTURA A NEW YORK

23 ottobre 2014 – New York. Torre Fornello si conferma ambasciatore del Made in Italy nel mondo. I vini della tenuta di Ziano Piacentino sono stati scelti dallo chef Massimo Bottura, chef 3 stelle Michelin dell’Osteria Francescana di Modena, per accompagnare la sua cucina negli eventi che lo vedono protagonista a New York in occasione della presentazione al pubblico e alla stampa del suo nuovo libro.

Saranno serviti due interessanti etichette dell’azienda Torre Fornello: “Donna Luigia” malvasia Colli Piacentini Doc, 2013 e “Diacono Gerardo 1028” Gutturnio Riserva Colli Piacentini Doc, 2006, già apprezzati dal pubblico americano. In esse si trovano tutti i profumi della terra emiliana esaltati dal tocco innovativo che contraddistingue le creazioni di Enrico Sgorbati, titolare della tenuta.

«È un grande piacere – dichiara Sgorbati – essere stati scelti da Massimo Bottura per rappresentare l’Italia e l’eccellenza dei suoi prodotti in un’occasione così importante. I nostri vini nascono da un lavoro meticoloso e attento volto all’equilibrio tra tradizione e innovazione. Siamo orgogliosi e rispettosi dei sapori che la nostra terra regala alle uve che trasformiamo in un vino dalle note assolutamente uniche e inconfondibili. Questa è risultata una scelta vincente per i mercati stranieri ora sempre più alla ricerca di prodotti di nicchia dalle forti suggestioni che raccontano storie e territori. In questo gli americani si contraddistinguono.

IMG_1605

!cid_48A0B7A1-11E9-4DC5-94FD-629010C49364 IMG_1604

IMG_1602

2015 – CORRIERE DELLA SERA BOLOGNA – VINO, ARTE E MONILI, TORNA GIOIELLI IN FERMENTO

15 febbraio 2015 – Corriere della Sera Bologna – Il vino, l’arte e i monili. Torna Gioielli in Fermento

Torna «Gioielli in Fermento», concorso internazionale per la creazione di un’opera d’arte unica e originale ispirata dal e al mondo del vino. La competizione è riservata a designer, artisti, orefici emergenti e professionisti che dovranno confrontarsi e sfidarsi creando un’opera-gioiello inedita che rappresenti e racchiuda il messaggio metaforico di nutrimento psicologico portato dal vino, considerata risorsa alimentare e culturale. Al vincitore del concorso andrà il Premio Torre Fornello.

15_02_15_TORREFORNELLO_CorrieredellaSeraBO_15_02_15